Lancia Ypsilon e Delta S

Lancia Ypsilon e Delta S: salone Ginevra

È pensata per le donne, ma soprattutto, la nuova Lancia Ypsilon Elefantino, che va a riesumare una denominazione storica usata a più riprese dal marchio, è stata ideata dalle donne. Realizzata lavorando su alcuni dettagli di stile specifici che la differenziano dalle altre Ypsilon, la elefantino è nata di fatto nel reparto Colour & Trim del Centro Stile. Dove, non a caso, lavorano 14 donne su un totale di 17 persone. È proprio questo il dato che meglio aiuta a capire il modello.

Una lunga tradizione alle spalle. La nuova Elefantino, che arriverà in concessionaria nel fine settimana, è l’ultima di una lunga serie di edizioni speciali: dai tempi della Y10 Fila del 1987, le piccole Autobianchi – e poi quelle a marchio Lancia - sono state sempre legate a questo tipo di iniziative commerciali. L’ultima serie del modello non fa eccezione: dopo la Elefantino, in giugno, sarà la volta della Elefantino Summer (caratterizzata da una inedita tinta turchese metallizzato) e poi, a settembre, della più “mascolina” Momodesign.

Entry-level, ma fantasiosa. L’obiettivo commerciale della Elefantino, che va a posizionarsi come nuova entry-level della gamma Ypsilon, è il pubblico dei più giovani, nella fascia d’età compresa tra i 18 e i 25 anni. Ancor più che per gli altri allestimenti, la vettura è mirata a una clientela prevalentemente femminile e urbana, in virtù dei suoi peculiari abbinamenti cromatici che giocano su tinte originali e vivaci.